Mastopessi con e senza protesi post gravidanza e dimagrimento

Mastopessi con e senza protesi post gravidanza e dimagrimento

By: | Tags: , , , , | Comments: 0 | febbraio 5th, 2018

Il seno femminile può subire delle variazioni nel corso degli anni, in particolare in seguito ad un dimagrimento importante o dopo la gravidanza e il conseguente allattamento.

In questi casi, per curare i segni del tempo e degli altri fattori influenti sulla dimensione e la forma dei seni, è possibile sottoporsi ad un intervento di chirurgia plastica chiamato mastopessi.

In questo articolo intendiamo illustrarti in cosa consiste la mastopessi, come si effettua l’intervento e come si presenta il decorso post operatorio.

Cosa sono la mastopessi e la mastopessi con protesi

L’intervento di mastopessi consiste nell’asportazione della pelle in eccesso sul seno, nel riposizionamento dell’areola e del capezzolo alla giusta altezza e nel rimodellamento delle ghiandole mammarie, al fine di dare forma e proporzioni gradevoli e naturali alle mammelle.

In seguito ad un dimagrimento eccessivo si manifesta, molto spesso, la perdita di tessuto adiposo sul seno, con la conseguente diminuzione del volume.

In questi casi, tramite la mastopessi con inserimento di protesi mammarie – come accade nella mastoplastica additiva è possibile ripristinare la forma, le proporzioni e il volume dei seni allo stato originario, o addirittura di migliorarlo.

In cosa consiste l’intervento di mastopessi

L’intervento di mastopessi, come abbiamo visto, è finalizzato al recupero ed eventualmente al miglioramento, della forma originaria del seno in seguito agli effetti di diversi fattori, che elencheremo più avanti in questo articolo.

La mastopessi con protesi è consigliata, invece, quando si evidenzia anche una perdita di volume della mammella.

Ma in cosa consiste l’operazione?

Semplificando, possiamo dire che la mastopessi consente di migliorare la forma dei seni cadenti – altrimenti detta ptosi mammaria – eliminando la pelle in eccesso e innalzando la posizione del complesso areola-capezzolo.

In caso di necessità viene corretta anche un eventuale asimmetria delle mammelle.

Con la mastopessi, quindi, si può intervenire anche su questo aspetto, anche se va sottolineato che non sempre è possibile risolvere l’asimmetria al 100%.

Mastopessi: tipo di intervento da effettuare

Per meglio comprendere le tipologie di interventi che si possono effettuare, a seconda della condizione specifica della paziente, riportiamo di seguito una eloquente tabella elaborata dalla SICPRE, Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica.

Volume massa ghiandolare Pelle Forma Tipo di intervento
Adeguata Eccessiva e Poco elastica Discesa, rilassata Mastopessi
Insufficiente Eccessiva e Poco elastica Discesa, rilassata Mastoplastica additiva + mastopessi
Insufficiente Normale Adeguata Mastoplastica additiva (con protesi mammaria)
Eccessivo Normale Adeguata o discesa Mastoplastica riduttiva

Mastopessi: principali cause di perdita della forma originaria del seno

Nella prima parte dell’articolo abbiamo indicato due delle principali cause della perdita di forma originaria del seno, il dimagrimento e la gravidanza, ma non sono le uniche.

Dal momento in cui si formano, i seni di una donna subiscono una vera e propria evoluzione, influenzata da diversi fattori, quali:

  • Variazioni di peso;
  • Elasticità della pelle;
  • Allattamento;
  • Forza di gravità;
  • Invecchiamento.

Mastopessi: intervento e decorso post operatorio

Prima di procedere all’intervento, oltre gli esami ematici di routine e l’elettrocardiogramma, è opportuno effettuare un’ecografia mammaria ed eventualmente una mammografia se la paziente ha più di 40 anni.

Prima dell’intervento è necessario sospendere l’assunzione di alcuni farmaci antinfiammatori e analgesici di uso comune, di farmaci anticoagulanti o antiaggreganti, le terapie ormonali e l’assunzione della pillola contraccettiva.

Nello specifico della mastopessi post gravidanza, l’intervento non può essere effettuato se è ancora in atto l’allattamento del bambino.

Come si svolge l’intervento di mastopessi

La mastopessi è un intervento chirurgico effettuato in Day hospital o in regime di One Day Surgery, in anestesia generale, locale, con o senza sedazione, a seconda dei casi e della valutazione del chirurgo e dell’anestesista.

Come illustrato prima, l’intervento consiste nell’asportazione della pelle in eccesso, nel riposizionamento del complesso areola-capezzolo e nell’eventuale posizionamento di protesi mammarie nel caso il volume mammario risulti insufficiente o non gradito alla paziente.

La posizione dell’incisione e l’entità delle cicatrici dipende da molteplici fattori, collegati alla condizione dei seni e al tipo di intervento da effettuare.

Solitamente, si possono avere cicatrici periareolari o a “lollipop” (periareolare e verticale). I punti di sutura sono, in linea generale, interni, in modo da risultare meno visibili ed evidenti.

La durata dell’intervento può variare dalle 2 alle 4 ore, in quanto si tratta di una procedura abbastanza complessa e delicata.

Decorso post operatorio

Il decorso post operatorio non è particolarmente doloroso, e richiede 3-4 giorni di assoluto riposo.

Bisogna fare attenzione a non compiere sforzi che coinvolgano i muscoli pettorali ed evitare il fumo per 1 mese circa.

Per la rimozione dei punti è necessario attendere 7-15 giorni.

Possono essere inseriti dei drenaggi che solitamente vengono rimossi nell’arco di 1-3 giorni.

È consigliabile l’utilizzo di un reggiseno contenitivo per un mese, in particolar modo se vengono inserite le protesi.

Conclusioni

Il seno delle donne è soggetto a mutamenti continui e costanti – così come il resto del corpo – questo però non vuol dire che non si possa cercare di contenere gli effetti del tempo e di altri fattori.

Ciò che conta, in ogni caso, è giungere alla decisione di rimodellare il seno e sottoporsi ad un intervento di mastopessi con la giusta consapevolezza e, solo dopo aver effettuato una serie di accertamenti medici e diagnostici richiesti dal proprio chirurgo di fiducia.

Mastopessi con e senza protesi post gravidanza e dimagrimento ultima modifica: 2018-02-05T11:16:28+00:00 da Dott. Lorenzo Calì Cassi

Leave a Reply