Rinoplastica secondaria

In cosa consiste la rinoplastica secondaria

By: | Tags: , , | Comments: 0 | maggio 17th, 2018

La rinoplastica è senza dubbio uno tra gli interventi di chirurgia estetica maggiormente richiesti nel nostro Paese, sia dagli uomini che dalle donne.

Secondo i recenti dati elaborati dall’ISAPS (International Society of Aesthetic Plastic Surgery), l’Italia sarebbe una delle prime 10 nazioni al mondo per numero di interventi chirurgici; tra questi, una percentuale da record riguarda proprio le correzioni al naso.

rinoplastica secondaria nel mondo

Non di rado però, anche a causa dell’esponenziale crescita di questa tipologia di operazioni, può accadere che ci si trovi insoddisfatti dei risultati ottenuti e si decida quindi di optare per un secondo intervento.

Ed è proprio in questi casi che si parla di rinoplastica secondaria.

Vediamo insieme in cosa consiste.

Cos’è la rinoplastica secondaria

In linea di massima si tratta di piccole imperfezioni che necessitano di ritocchi non troppo invasivi.

Solitamente la rinoplastica secondaria va a interessare la linea del dorso o la punta del naso del paziente che può risultare troppo arrotondata o comunque poco definita, rappresentando così un elemento di criticità nel grado di soddisfazione dell’interessato stesso.

In termini numerici, secondo quanto dichiarato in un’intervista dall’Aicef, l’8-9% dei pazienti sottoposti a rinoplastica richiede interventi successivi che nella maggior parte dei casi si riducono però a correzioni minime, spesso con anestesie locali o comunque ambulatoriali, mentre solo in una percentuale residuale si decide di fare ricorso a un intervento vero e proprio.

Perché ricorrere a una rinoplastica secondaria

Il desiderio di ricorrere a una rinoplastica secondaria può rendersi necessario non solo nei casi in cui sia stato realizzato un intervento non professionale. Queste situazioni possono infatti verificarsi indipendentemente dal livello di preparazione dello specialista.

Prevedere esattamente quale sarà il risultato di una rinoplastica primaria è già di per sé molto difficile, pertanto è indispensabile capire quali sono le alternative perseguibili qualora si percepisca una certa disarmonia nel proprio volto e si voglia raggiungere un equilibrio estetico maggiore e più in linea con le proprie aspettative.

Dopo quanto tempo si può eseguire una rinoplastica secondaria

Ecco perché una delle domande che in molti si fanno è: dopo quanto tempo è giusto considerare la possibilità di eseguire una rinoplastica secondaria?

Di norma, è consigliabile per ogni paziente prendersi il giusto tempo per valutare i risultati della prima operazione, prima di considerare l’effettivo bisogno, o volontà, di ultimare un intervento secondario.

In questo caso non è corretto generalizzare, ma si rivela indispensabile procedere con valutazioni individuali.

Ogni chirurgo, infatti, analizzerà lo stato attuale del naso dell’interessato, dopo aver atteso il completamento della guarigione dal primo intervento.

Questo arco di tempo, solitamente, non risulta essere mai inferiore ai sei o otto mesi.

Quanto costa una rinoplastica secondaria

Per quello che riguarda i costi della rinoplastica secondaria, è piuttosto complicato dare una dimensione esatta della cifra che il paziente dovrà preventivare, mentre possiamo essere più precisi quando si parla di quanto costa rifarsi il naso.

La maggior parte dei chirurghi che hanno condotto un intervento di rinoplastica primaria risulta essere aperto all’opportunità che il paziente richieda un secondo intervento; spesso si potrà mettere in conto un basso costo o, in alcune eventualità, la possibilità che questa operazione possa essere addirittura gratuita.

Certamente, questi sono discorsi validi qualora si decida di rivolgersi allo stesso specialista presso cui è stata eseguita la prima operazione.

Può accadere, comunque, che a seguito di un naso rifatto male ci si senta più orientati verso un cambiamento e ci si voglia rivolgere a un secondo chirurgo.

In questa eventualità si dovrà considerare l’impiego di somme anche elevate in quanto questa opzione rappresenta senza alcun dubbio la strada più costosa.

In cosa consiste la rinoplastica secondaria ultima modifica: 2018-05-17T10:10:56+00:00 da Dott. Lorenzo Calì Cassi

Leave a Reply