Biorivitalizzazione

Medicina Estetica e del Benessere

 Che cos’è la BIORIVITALIZZAZIONE?

La biorivitalizzazione è una metodica finalizzata a migliorare la trama, l’elasticità, la luminosità e quindi l’aspetto della pelle, senza andare a modificare il volume o i contorni del volto e del collo, e in generale delle aree da trattare. Infatti il processo di invecchiamento cutaneo, determinato dall’età, l’eccessiva esposizione solare, il fumo, i radicali liberi e tanti altri fattori, si accompagna ad un impoverimento e assottigliamento di epidermide e derma.
In pratica le molteplici tecniche di biostimolazione hanno la funzione di apportare al derma tutte quelle sostanze che con l’invecchiamento non si è più in grado di produrre, stimolando il metabolismo cellulare. Per questo motivo in genere il trattamento che è ambulatoriale non si esaurisce in una singola seduta ma ne sono necessarie 3 o 4 a distanza di 2 – 4 settimane.

Quali aree trattare con la BIORIVITALIZZAZIONE?

Le aeree corporee suscettibili di questi trattamenti sono: volto (zona perioculare, perilabiale, guance), collo, decollete, mani, interno braccia e cosce.

Quando iniziare?

Non c’è un’età in cui è preferibile iniziare, anche perchè il nostro fine non è di riempire la singola ruga ma di ostacolare o addirittura prevenire il globale invecchiamento cutaneo, la perdita di elasticità e di tono.

Quali sono le controindicazioni?

Patologie cutanee in atto nell’area da trattare (infezioni, dermatiti, herpes in fase attiva, psoriasi), malattie autoimmuni (Lupus eritematoso, sclerodermia) e gravidanza.

 Qual’è la metodica migliore?

I trattamenti biorivitalizzanti sono svariati, non esiste una tecnica che in assoluto è migliore rispetto ad un’altra, ma si tratta di personalizzare, eventualmente anche con un approccio omeopatico, il trattamento in base alle caratteristiche del paziente.

  • biorivitalizzazione con aminoacidi-acido ialuronico-vitamine: consiste nell’iniezione intradermica di queste sostanze mediante micro-aghi, al fine di distribuirle uniformemente su tutta l’area da trattare. Il trattamento non è doloroso ed è di rapida esecuzione; possono talvolta formarsi delle piccole ecchimosi facilmente mascherabili con del fondotinta. Si eseguono 3 o 4 sedute ogni 2-3settimane.
  • needling: si tratta di metodica che prevede l’impiego di uno specifico strumento o rullo provvisto di aghi microscopici (1,5 mm) che viene passato sull’area cutanea da trattare in modo da provocare dei microfori. Questo microtraumatismo stimola i fibroblasti del derma a produrre collagene, acido ialuronico ed elastina. Al trattamento base si può associare l’applicazione di specifiche creme o gel contenenti acido ialuronico e vitamine la cui penetrazione e assorbimento in profondità sono facilitati proprio da questi microfori. Il trattamento è ambulatoriale, ha una durata di circa 15-20 minuti, non è doloroso, può provocare un lieve e transitorio arrossamento cutaneo (2 o 3 ore). Si eseguono generalmente 3 o 4 sedute a distanza di 1 mese. Il suo impiego non si limita alla biorivitalizzazione cutanea, ma trova indicazione anche per il trattamento delle smagliature, delle cicatrici acneiche e delle macchie solari.
  • PRP (platelet rich plasma, plasma arricchito di piastrine): tecnica che prevede l’iniezione intradermica di un gel biologico ad elevata concentrazione piastrinica. Si eseguono in genere 3 sedute a distanza di 1 mese, ripetibili nel tempo. Fondamentale è eseguire tale procedura in un ambulatorio chirurgico autorizzato e in assoluta sterilità.

PRENOTA UNA VISITA

Per ulteriori approfondimenti puoi contattare il numero (+39) 329.2174765

doc