Difetti del naso più diffusi

Come correggere i difetti del naso più comuni

By: | Tags: , , , | Comments: 0 | Aprile 4th, 2018

Il ricorso alla rinoplastica ha una duplice natura, funzionale o estetica. Nel primo caso, si procede ad un intervento chirurgico in presenza di anomalie capaci di compromettere la normale funzionalità del naso, come nel caso del setto nasale deviato.

Nel secondo invece, i soggetti che decidono di rifarsi il naso hanno solo il desiderio di correggere semplici inestetismi.

Vediamo quali sono e come correggere i difetti del naso più comuni.

Quali sono i difetti del naso più comuni

Tra gli inestetismi del naso più diffusi possiamo annoverare i seguenti:

  • gobba nasale o gibbo;
  • punta cadente;
  • punta troppo grande;
  • naso troppo grande.

Approfondiamo insieme in cosa consistono questi difetti.

Gobba nasale o gibbo

La gobba nasale, altrimenti detta gibbo, è un difetto del naso molto comune, una delle ragioni principali del ricorso ad un chirurgo plastico per quanto riguarda la rinoplastica.

Come suggerisce la parola stessa, la gobba nasale consiste in un dorso non rettilineo, quindi in un profilo irregolare. Questo difetto è dovuto ad una crescita eccessiva della cartilagine quadrangolare del setto che crea una “gobba” sul dorso del naso.

La rimozione del gibbo nasale può avvenire in due modi, o viene asportata con lo scalpello nel caso in cui sia molto pronunciata o attraverso la limatura del dorso osseo del naso, attraverso un apposito strumento chiamato raspa nasale.

Nel caso venga effettuata con lo scalpello è necessario anche procedere alle osteotomie laterali per chiudere il tetto del naso, evitando un “open roof”, e per restringere il dorso.

Questa procedura può essere effettuata sia con una rinoplastica chiusa che open, a seconda della valutazione del chirurgo.

In questo modo si ottiene la linea del profilo del naso che si desidera, correggendo la gobba presente in origine.

Punta cadente del naso

La punta cadente è un difetto del quale i pazienti si lamentano molto spesso perché rovina il profilo del naso, riducendo in modo netto lo spazio tra quest’ultimo e le labbra e creando un angolo naso-labiale troppo chiuso.

In questo caso, la correzione del difetto dipende dalla forma e dalle dimensioni del naso.

Per correggere la punta cadente è necessario rimodellare e ridurre le dimensioni delle cartilagini alari ed ancorarle al setto.

Nel caso sia associata ad altri difetti del naso, come la gobba o dimensioni eccessive di tutta la piramide, questi dovranno essere corretti allo stesso tempo per dare un risultato armonioso.

Nei casi più complessi può essere necessario l’utilizzo di innesti per dare supporto e stabilità alla punta nasale.

Il chirurgo dovrà effettuare una visita approfondita in modo da sviluppare un planning preoperatorio adeguato.

Punta del naso troppo grande

Una punta del naso troppo grande spinge moltissimi pazienti, sia uomini che donne, a rivolgersi ad un chirurgo plastico per sottoporsi ad un intervento di rinoplastica.

In questo caso è necessario ridurre le componenti cartilaginee per renderlo più proporzionato alla fisionomia del paziente.

In effetti, una punta del naso troppo grande può modificare in modo molto netto il volto del paziente, rendendolo meno simmetrico e aggraziato.

Rientra in questa categoria, con ricadute anche di carattere funzionale, il cosiddetto naso a patata.

Naso troppo grande

Se una punta del naso cadente o troppo grande spingono moltissime persone a ricorrere alla chirurgia, puoi immaginare cosa accada in presenza di un naso troppo grande.

Un intervento di rinoplastica che riduca le dimensioni del naso consente al soggetto di raggiungere un risultato quanto più vicino possibile alle sue aspettative, fermo restando che il naso perfetto non esiste, è necessario trovare una sorta di compromesso tra le aspettative e ciò che può essere ottenuto con la chirurgia.

In un naso troppo grande devono essere ridotte le dimensioni di tutta la piramide in armonia con la sua forma.

Tenendo conto delle aspettative e delle reali possibilità chirurgiche, si procede ad una riduzione del gibbo nasale e ad un rimodellamento della punta.

Alternative alla chirurgia-rinofiller

Nel caso i difetti del naso siano minimi o il paziente non voglia ricorrere alla chirurgia tradizionale, è possibile effettuare una rinoscultura con acido ialuronico.

Ad esempio in caso di gobba nasale di minima entità è possibile tramite l’iniezione di acido ialuronico a livello del dorso del naso rendere regolare e naturale il profilo donando al naso un aspetto più naturale.

Nel caso di punta nasale cadente è sufficiente una piccola iniezione alla base del naso per aprire l’angolo naso-labiale e dare un aspetto esteticamente più gradevole.

Questa metodica viene comunemente chiamata “rinofiller”, ed è indicata in tutti i pazienti che necessitano di correggere minimi difetti del naso.

Viene eseguita a livello ambulatoriale ed ha un recupero immediato. La sua durata nel tempo è di circa un anno.

Conclusioni

Gli inestetismi del naso possono essere corretti attraverso una adeguata indagine pre-operatoria e un intervento studiato sulla fisionomia e sulle esigenze reali del paziente.

Se hai bisogno di un consulto, non esitare a contattarmi.

Come correggere i difetti del naso più comuni ultima modifica: 2018-04-04T13:59:47+00:00 da Dott. Lorenzo Calì Cassi

Leave a Reply